Network Marketing, un business in crescita.

Occupandomi di marketing, non posso non affrontare il tema del network marketing. E’ un argomento, lo so, a volte controverso, spesso bistrattato ma che il più delle volte, purtroppo, risente soltanto di un pregiudizio pesante formatosi nei decenni.

Senza voler fare assolutamente paragoni o confronti, è la stessa reputazione che spesso accompagna alcune attività lavorative quali ad esempio i consulenti finanziari, le compagnie di assicurazioni o le agenzie immobiliari. Svolgono professioni di prestigio, offrono soluzioni spesso indispensabili per il mercato ma si portano dietro un fardello di convinzioni popolari, leggende metropolitane e pregiudizi al limite della barzelletta (senza voler scomodare i carabinieri che di barzellette se ne intendono!).

Il network marketing è una strategia di tipo commerciale che si prefigge, come intento primordiale (nasce infatti negli anni ’30 del secolo scorso), di vendere prodotti e servizi con una distribuzione diretta dal produttore al consumatore. Rientra infatti nella famiglia della vendita diretta (direct marketing). L’idea è quella di eliminare i numerosi passaggi che spesso un prodotto o un servizio deve attraversare prima di arrivare al consumatore finale (grossisti, distributori, agenti di zona, pubblicità, eccetera). I costi non sostenuti possono così generare risorse per abbassare il prezzo finale e per alzare la qualità del prodotto. Sono due aspetti fondamentali per le aziende che si affidano al network marketing perché il canale di distribuzione è il “passaparola”: se il prodotto è di qualità e ha un costo adeguato, la soddisfazione dei clienti innesca un passaparola positivo che genera altre vendite. Chi promuove il prodotto e il servizio attraverso il passaparola matura una provvigione. Il network marketing è definito spesso anche marketing del passaparola.

A cosa è dovuta quindi la cattiva reputazione di cui soffre il network marketing? Come spesso accade, organizzazioni con fini fraudolenti hanno cavalcato il boom di questo tipo di attività alterando la natura del network marketing (vendita diretta) spostando la loro attenzione dalla vendita pura del prodotto/servizio alla creazione della rete distributiva (strutture piramidali). Questo tipo di organizzazioni con legge 173/2005 sono state definite illegali poiché impostano le opportunità di guadagno non sulla vendita del prodotto o del servizio ma sul mero reclutamento di persone per la distribuzione. L’art. 4 della Legge 173/2005 recita che il compenso dell’incaricato alla vendita è costituito da provvigioni di vendita in relazione agli affari regolarmente conclusi. Un incentivo economico legato al reclutamento è lecito ma non deve costituire la forma primaria di compenso.

Occorre scegliere quindi con molta attenzione l’azienda da promuovere e poi impegnarti nell’attività di sviluppo con una strategia ben definita e, soprattutto, moderna. Un strategia che si basi sul tuo brand personale e non sull’azienda perché i rischi d’impresa della tua attività sono i tuoi e non dell’azienda, i rapporti che instauri, che costruisci, che stringi sono dapprima i tuoi e poi dell’azienda che rappresenti. Utilizza l’azienda, i suoi prodotti, i suoi servizi, a tuo favore e non solo il contrario perché, parliamoci chiaro, i primi a trarre vantaggio dalla tua attività sono l’azienda che promuovi e gli ingranaggi del suo sistema di network. Ma un’attività di network portata avanti con gli strumenti di marketing e comunicazione di nuova generazione posso darti risultati di notevole impatto.

Viviamo alle soglie del 3000, basta utilizzare le tecniche del primo dopoguerra!

 

Se vuoi approfondire l’argomento, vai alla sezione dedicata del blog e leggi qualche articolo. Tutto gravita attorno al marketing e alla comunicazione.

Vai subito al blog

 

Se la tua gestione del cliente (trovarne di nuovi e mantenere quelli che già hai) sta attraversando un periodo complicato, ti invito a prendere in considerazione un cambio netto di strategia. Ciò che hai sempre fatto ti ha portato fino ad oggi ma le condizioni che c’erano fino a poco tempo fa non ci sono più. Con una chiacchierata di un’oretta, potremmo analizzare la tua situazione attuale dal punto di vista marketing.